I vini

L’ecosostenibilità e la conduzione in biologico sono fondamentali per ottenere delle uve che hanno una complessità dettata dal terroir in cui vivono. Questa ricchezza svolge un ruolo chiave nelle fermentazioni: i lieviti indigeni, naturalmente presenti nelle uve, vengono moltiplicati con un pied de cuve del 15%, in una prevendemmia 5 giorni prima della raccolta, ne accentuano le caratteristiche del vitigno.

Le fermentazioni godono dell’ausilio delle temperature controllate , garantendone una complessità aromatica più nitida ed elegante, limitandone anche l’estrazione dei tannini meno nobili.

La malolattica viene svolta naturalmente per tutti i vini rossi e bianchi, garantendone così una migliore stabilità microbiologica, con conseguente eliminazione della filtrazione per preservare intatti le sue caratteristiche di naturalezza.

L’uso dei solfiti è nullo o quasi, ben al di sotto dei limiti consentiti dal disciplinare dei vini biologici, in modo da mantenere tutta la propria genuinità!

FaLang translation system by Faboba